CAUSA EMERGENZA COVID-19 I POSTI SONO LIMITATI – E’ CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE

NEXT
FOTO BANCI.jpg

INGRESSO SPETTACOLO

interi 14 € ridotti 12 € (over 60, under 25, Coop, Arci, Uisp, ATC)

ridotti 7 € residenti Quartiere 4

ridotti 5 € per gli iscritti ai corsi di formazione

CORTILE DI VILLA VOGEL 

Via delle Torri, 23, Firenze

INFO E PRENOTAZIONI

IL TEATRO DELLE DONNE presso TEATRO STUDIO MILA PIERALLI Via Donizetti, 58 - 50018 Scandicci (FI)

055 2776393 - teatro.donne@libero.it - facebook/ilteatrodelledonne | twitter/teatro_donne | instangram/teatrodelledonne

Prevendita: Negozi del Circuito BoxOffice Toscana e Ticketone, online su www.ticketone.it 

AMARTI, CHE FATICA!

IL TEATRO DELLE DONNE

INAUGURAZIONE                                                                    ESTATE FIORENTINA

giovedì 9/venerdì 10 settembre ore 19.30 - ore 22.00

CORTILE DI VILLA VOGEL / Firenze

progetto e regia Andrea Muzzi

con VALENTINA BANCI

PRIMA ASSOLUTA READING

Se non cambiasse mai nulla, non ci sarebbero le farfalle. Anonimo
Non puoi scoprire nuovi oceani fino a quando non hai il coraggio di perdere di vista la spiaggia. Anonimo

Per un essere umano cambiare è un’impresa difficile. Se l’essere umano poi è un uomo, allora si può gridare direttamente al miracolo! Gli uomini non cambiano per pigrizia o perché semplicemente si piacciono così come sono, anche con i loro difetti. Anzi, soprattutto per i loro difetti. Gli uomini sono conservatori, anche quelli più rivoluzionari.
Simona, lo sa per esperienza diretta. Lei ha una relazione travagliata con un narcisista patologico, un uomo che al di là dell’IO fatica a vedere qualcos’altro.
E se lo vede non è interessante quanto lui. Simona spera di cambiarlo, ci prova con tutta se stessa, spinta da un amore “tossico” che la tiene legata all’uomo sbagliato. Risultato: delusione dopo delusione!
Lui non cambia. Ed allora? Per uscire dalla palude in cui è caduta non le resta che cambiare lei.
C’è chi cambia aprendo una nuova porta, lei lo fa chiudendone una per sempre. Facile da dirsi, difficile da farsi.
Lo spettacolo è un monologo introspettivo che attraversa con divertimento gli stati d’animo dell’abbandono; la speranza, la rabbia e la paura. Uno spettacolo che grazie alla testimonianza della vittima, fotografa una categoria di persone che ti legano saldamente alla sofferenza, i narcisisti patologici!

 

Valentina Banci
In teatro lavora tra gli altri con Leo de Berardinis, Giancarlo Cobelli, Pierluigi Pieralli, J.S.Sinisterra, Paolo Magelli, Massimo Castri, Valerio Binasco, Roberto Latini. Prende parte a numerose serie TV tra cui I delitti del bar lume, La squadra, Ricomincio da me, Una donna per amico.

 

Andrea Muzzi
Per il cinema ha scritto e diretto tre lungometraggi, l’ultimo dei quali è tratto da un suo spettacolo; All’Alba perderò.  Il suo secondo film, Basta poco, è stato premiato al festival del cinema giovane come miglior commedia dell’anno. Sempre come autore ha scritto Lobagge, andato in onda per 2 stagioni sul canale Mediaset Iris e premiato al Roma web festival nel 2018. Per il teatro, dopo una lunga collaborazione con Alessandro Benvenuti, ha all’attivo diversi lavori come autore.