AVAMPOSTI CalenzanoTeatroFestival 016

 

TRINCEA DI SIGNORE

IL TEATRO DELLE DONNE/TEATRO DELLA LIMONAIA

ven 16/09 ore 21.30 | CORTILE MUSEO BARGELLO

INAUGURAZIONE FESTIVAL AVAMPOSTI 016/ANTEPRIMA NAZIONALE

 

di Silvia Calamai

con AMANDA SANDRELLI e MONICA BAUCO

regia originale Barbara Nativi

ripresa da Dimitri Milopulos con l'aiuto di Gherardo Vitali Rosati

musiche originali Marco Baraldi

al pianoforte Marco Baraldi

voce Giada Secchi

luci Andrea Narese

Finalista 46° edizione del Premio Riccione 2001 per la Nuova Drammaturgia

Segnalato Premio Calcante 2002 (SIAD)

Vincitore Premio Battipaglia-Under 32 2002

EVENTO PER IL 50° ANNIVERSARIO DELL’ALLUVIONE DI FIRENZE

 

Trincea di Signore è un testo imprendibile, che ha debuttato più volte cambiando cast, in un passaggio di testimone tra attrici davvero inusuale, sempre con la regia di Barbara Nativi. Ed è a lei e alla sua regia che vogliamo rendere omaggio con questa nuova produzione in collaborazione con il Teatro della Limonaia. Oltre che commemorare il 50° anniversario dall’alluvione del ’66.

GIANNI

LA SOCIETÀ DELLO SPETTACOLO/CAROLINE BAGLIONI

sab 17/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

ispirato alla voce di Gianni Pampanini

di e con CAROLINE BAGLIONI

supervisore alla regia Michelangelo Bellani

c.l. Grugher

assistente alla regia Nicol Martini

Progetto vincitore Premio Scenario per Ustica 2015

Spettacolo vincitore Premio In-Box 2016

 

Nel 2004, in una scatola di vecchi dischi, ho trovato tre cassette. Tre cassette dove Gianni ha inciso la sua voce, gridato i suoi desideri, cantato la sua gioia, espresso la sua tristezza. Per dieci anni le ho ascoltate riflettendo su quale strano destino ci aveva uniti. Un anno prima della mia nascita Gianni incideva parole che io, e solo io, avrei ascoltato vent’anni dopo.

PRESENTAZIONE CORSI FORMAZIONE

lun 19/09 ore 18.30 | BIBLIOTECA CIVICA CALENZANO

PRESENTAZIONE CORSI

CALENZANOTEATROFORMAZIONE/SCUOLA DI SCRITTURA TEATRALE

 

con ANDREA NANNI (direttore) e i docenti dei corsi

PICCOLA SOCIETÀ DISOCCUPATA

ACTI-Teatri Indipendenti

mar 20/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

PRIMA REGIONALE

 

di Rémi De Vos/traduzione Luca Scarlini

con TURE MAGRO, BARBARA MAZZI, BEPPE ROSSO

regia e drammaturgia Beppe Rosso

scene e luci Lucio Diana

movimento Ornella Balestra

assistenti alla regia Valeria Tardivo, Federica Alloro

 

Piccola Società Disoccupata è il secondo spettacolo di Beppe Rosso sul mondo del lavoro contemporaneo. Questa volta è il conflitto generazionale ad essere al centro dell’allestimento, quel disagio che intercorre tra giovani e anziani nell’affrontare l’attuale trasformazione dell’uomo in rapporto al lavoro.

INCONTRO / La donna fatta a pezzi

mer 21/09 ore 18.30 | BIBLIOTECA CIVICA CALENZANO

INCONTRO sul testo LA DONNA FATTA A PEZZI 

tratto da Nel cuore della notte algerina di Assia Djebar

con ANTONIO FAZZINI (attore), FILIPPO RENDA (regista), FRANCO CARDINI (storico, saggista e blogger), ISABELLE MALLEZ (direttrice Istituto Francese) e ROBERTA MAZZANTI (casa editrice Giunti)

LA DONNA FATTA A PEZZI

IL TEATRO DELLE DONNE

da mer 21/09 a dom 25/09 ore 21.00 | EX-SCUOLA MASCAGNI

ANTEPRIMA NAZIONALE

 

dal racconto di Assia Djebar nella raccolta Nel cuore della notte algerina

con ANTONIO FAZZINI

regia Filippo Renda

aiuto regia Martina Vianovi

con la collaborazione e il patrocinio della casa editrice Giunti

e dell'Istituto Francese di Firenze

 

La vicenda di Atika trae spunto da una storia realmente accaduta ad Algeri, durante la guerra civile. L’autrice ci porta per mano dalla Baghdad del mito, pervasa di erotismo e di profumi, a un Algeria dei giorni nostri dove l'ignoranza e l’intolleranza non riconoscono il valore del testo per eccellenza emblematico del mondo islamico le Mille e una notte.

MALANOVA

SCIARA PROGETTI

mer 21/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

PRIMA REGIONALE

 

di Ture Magro e Flavia Gallo

con TURE MAGRO

scene e luci Lucio Diana

 

Calabria: è la notte di Pasqua del 1999 ed Anna, una ragazzina di tredici anni, si allontana dalla messa per seguire Domenico, il suo innamorato.

Mentre si snoda il racconto di una delle più grandi denunce per violenza carnale mossa da una ragazzina ai danni di diverse persone, Salvatore, attraversa a piedi le piazze e i vicoli stretti in cui si cela la storia per tanto tempo taciuta.

ANGELI E NO

COMPAGNIA LUDWIG/MANIACI D'AMORE

gio 22/09 ore 21.30 | BIBLIOTECA CIVICA CALENZANO

​PRIMA REGIONALE

 

di e con LUCIANA MANIACI e FRANCESCO D'AMORE

Gli angeli non sanno mentire. Come i pazzi o i bambini, gli angeli non hanno segreti. Immaginiamo di essere dunque degli angeli. Lo siamo tutti, per una sera, a incominciare dai due attori in scena. Mescolando sapientemente elementi personali eterogenei e saltellando tra registri completamente diversi, Luciana e Francesco non hanno paura di spogliarsi di qualunque sovrastruttura.

PROMEMORIA / Monologo per persona sola

ISTANTANEA TEATRO

ven 23/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

PRIMA REGIONALE

 

di e con GLORIA GULINO

assistente alla regia e alla drammaturgia Silvia Lamboglia

e con l'aiuto prezioso di Sara Maurizi, Diego Valentino Venditti

voci registrate Zine Labidine Jahabli, Silvia Lamboglia, Sara Maurizi, Alessandro Migliucci, Davide Montemarano, Giuseppe Montemarano, Diego Valentino Venditti

Spettacolo finalista Miglior Drammaturgia Roma Fringe Festival 2015

 

Una signora qualunque, la spesa da mettere a posto, un’importante ricorrenza familiare da festeggiare. Tutto deve essere perfetto. La signora in questione, però, è affetta dal morbo di Alzheimer, e tutto quello che per una signora qualunque sarebbe la quotidianità, per lei diventa una salita impervia.

I MONOLOGHI DELL'ATOMICA

IL TEATRO DELLE DONNE

sab 24/09 dom 25/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

PRIMA REGIONALE

 

da Preghiera per Cernobyl di Svetlana Aleksievich e Nagasaki di Kyoko Hayashi

un progetto di e con ELENA ARVIGO

disegno luci Daria Grispino

regista collaboratrice Virginia Franchi

assistente alla regia Valeria Spada

si ringrazia della collaborazione artistica Valentina Calvani

 

Elena Arvigo prosegue il proprio percorso nel teatro civile, indagando, dopo Anna Politkovskaja, altre donne imperdonabili, testimoni scomode di realtà difficili: Svetlana Aleksievich, premio Nobel per la letteratura nel 2015, e Kyoko Hayashi. Hiroshima e Chernobyl, eventi simbolo della distruzione e della morte nucleare, indagati attraverso le parole di due testimoni scomode, due imperdonabili.

INCONTRO / La Tancia

gio 29/09 ore 18.30 | BIBLIOTECA CIVICA CALENZANO

PRESENTAZIONE del progetto LA TANCIA

con GHERARDO VITALI ROSATI (adattamento testo e regia) e CLAUDIO MARAZZINI (presidente Accademia della Crusca)

LA TANCIA

gio 29/09 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

INIZIATIVA PIAZZA DELLE LINGUE

 

di Michelangelo Buonarroti il Giovane

adattamento e regia Gherardo Vitali Rosati

assistente alla regia Elisa Zuri

con NERI BATISTI, TOMMASO CARLI, PAOLO MARTINENGHI, EUGENIO NOCCIOLINI, CAROLINA MESORACA, ELISA ZURI

musiche originali Tommaso Tarani

interviene il prof. Claudio Marazzini presidente dell’Accademia della Crusca

progetto a cura di Il Teatro delle Donne/Accademia della Crusca/Unicoop.Fi-sezione soci Sesto F.no-Calenzano/Comune di Sesto Fiorentino

 

Nasce dalla nuova collaborazione con l'Accademia della Crusca la riscrittura del testo "La Tancia". La commedia fu scritta nel 1611 dal nipote dell’omonimo artista - noto anche per aver curato e organizzato la collezione dello zio nel palazzo di via Ghibellina, oggi nota come “Casa Buonarroti”.

INCONTRO / L'ingrediente perduto

ven 30/09 ore 18.30 | BIBLIOTECA CIVICA CALENZANO

INCONTRO sul testo L'INGREDIENTE PERDUTO 

con STEFANIA APHEL BARZINI (chef e autrice) e CLAUDIA DELLA SETA (regista)

L'INGREDIENTE PERDUTO

AFRODITA COMPAGNIA

ven 30/09 ore 20.30 | RISTORANTE LA GIARA CALENZANO

CENA-SPETTACOLO / ANTEPRIMA NAZIONALE

 

di Stefania Aphel Barzini e Claudia Della Seta

dal romanzo di Stefania Aphel Barzini

regia Claudia Della Seta

cena a cura di Stefania Barzini

con STEFANIA APHEL BARZINI, CLAUDIA DELLA SETA, SOFIA DIAZ, FEDERICA FLAVONI, DANIELA GIOVANETTI

 

Rosalia è una bambina di 10 anni quando, all’inizio del Novecento, abbandona la sua amata isola di Stromboli per la “Merica”, la terra promessa. Questa è la sua storia e la storia di una ricetta, la parmigiana di melanzane, che unisce o divide come un sottile filo rosso le protagoniste. È un intreccio di affetti, di separazioni, di rimpianti e di rimorsi, di quattro generazioni che si incontrano, si scontrano, si rincorrono.

NONOSTANTE VOI / Storie di donne coraggio

sab 01/10 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

reportage teatrale di LIVIA GROSSI

musiche originali eseguite dal vivo da Andrea Labanca

regia Gigi Gherzi

foto Carla Mondino

 

Il valore della donna come individuo al di là dei tradizionali ruoli sociali di madre, moglie e figlia. Il diritto di esistere e il prezzo che si paga. In scena riflessioni e testimonianze di donne italiane e straniere, storie di resistenza al femminile raccolte sul campo da Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera, qui proposte in un unico reportage teatrale.

DONNA NON RIEDUCABILE / Memorandum teatrale su Anna Politkovskaja

IL TEATRO DELLE DONNE

ven 07/10 ore 21.30 | TEATRO MANZONI

NEL DECIMO ANNIVERSARIO DALL'OMICIDIO

 

di Stefano Massini

un progetto di e con ELENA ARVIGO

in collaborazione con Teodoro Bonci Del Bene

aiuto regia Valentina Calvani

video designer Andrea Basti

tecnico luci Andrea Narese

 

Giornalista russa nota per il suo impegno sul fronte dei diritti umani, per i reportage dalla Cecenia e per le critiche al presidente Putin, Anna Politkovskaja veniva assassinata il 7 ottobre 2006, nell'ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando. 

Venerdì 7 ottobre 2016, nel decimo anniversario, Elena Arvigo propone al Teatro Manzoni di Calenzano lo spettacolo “Donna non rieducabile, memorandum teatrale su Anna Politkovskaja”, accompagnata dalla recitazione di Teodoro Bonci del Bene, in traduzione consecutiva in russo. 

Lo spettacolo è introdotto dagli interventi di Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera, e Massimo Bonfatti, fondatore dell’organizzazione “Mondo in cammino”, attiva dal 2005 con progetti di riconciliazione interetnica e di difesa dei diritti umani in Cecenia. Nell'occasione viene presentato il libro “Cecenia, la guerra degli altri” della scrittrice e giornalista russa scomparsa. 

“Appena ho letto ‘Donna non rieducabile’ – spiega Elena Arvigo – mi è sembrato evidente che non si trattava di un testo semplicemente da ‘mettere in scena’ ma piuttosto di un ‘progetto di studio’, un cammino per cercare di rimanere fedeli allo spirito sia di Anna P. sia di Stefano Massini che ha scritto il testo ispirandosi a questi ‘appunti disordinati ai margini della vita in Russia’. Ho iniziato dunque raccogliendo quanto più materiale possibile su Anna P. e sugli argomenti di cui si occupava per cercare di capire meglio, di andare a toccare con mano, vedere. 

Ed è proprio questo progetto di studio che mi piacerebbe portare in scena, non ‘commuovere’ ma ‘muovere’ e stimolare  in me prima di tutto e poi nello spettatore la sua responsabilità di testimone, stimolare la curiosità, la necessità di informarsi, di non fermarsi, di non avere ‘pregiudizi’ ma andare a toccare con mano e cercare le proprie domande prima di abbandonarsi alle facili soluzioni e risposte che ci vengono date. 

È davvero un cammino ed è una goccia nell'oceano che diventa una riflessione assieme e con il pubblico sulla libertà di stampa, sul mestiere di giornalista, sulla responsabilità di sapere e continuare a farsi domande. 

La messa in scena di questo testo, dunque, è sempre stata in fieri, per cercare di restituire una sorta di 'viaggio' – dentro questa storia: dopo un anno e mezzo il processo per comprendere meglio la realtà di cui volevo essere tramite, mi ha portato di fatto  nei luoghi di cui si racconta. In occasione di questo decimo anniversario ho deciso di  cominciare ad  'avvicinare'  alla Russia questo e altri progetti legati alle 'Imperdonabili', tra i quali i 'I monologhi dell’atomica'. Da qui nasce la recente collaborazione con Teodoro Bonci del Bene". 

Lo spettacolo al Teatro Manzoni di Calenzano è presentato in doppia lingua, italiano e russo, e “recitato” simultaneamente  da Teodoro Bonci del Bene.

Please reload

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL TEATRO DELLE DONNE

Associazione Culturale

sede legale: via Canova, 100/2 - 50142 Firenze

P.IVA 04620870487 | C.F. 94043630485

TEATRO MANZONI

via Mascagni, 18 - 50041 Calenzano (FI)

tel. e fax: 055 8877213 - 055 8876581

e-mail: teatro.donne@libero.it

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon